Verso la Bancarotta: Nuovo Record Mondiale del Debito Pubblico Italiano

Verso la Bancarotta: Nuovo Record Mondiale del Debito Pubblico Italiano

CrozzaMeraviglie-renzi

Ma si chissenenfrega. Tanto fino a quando americani, giapponesi, e banche italiane comprano carta straccia di ogni genere (anche greca), vuoi che si fermino di fronte al fatto che l’Italia continua a macinare record su record nel rapporto fra debito pubblico e PIL?

E… Signore e Signori a Febbraio abbiamo infranto il muro del 134% e ci avviamo bel belli a finire l’anno intorno al 137% checchè ne dica Padoan. Si capisce quindi la rinnovata furia tassatrice del governo Renzi che Gratta Gratta, le uniche cose certe che ha fatto sono state:

  • L’aumento della Tasi
  • La riduzione delle detrazione per il coniuge a carico
  • L’aumento al 26% (si dice anche 27%… ma facciamo 120% e non pensiamoci più) del Capital gain.

Avanti così amici, Verso la Bancarotta.

…siate moooolto consapevoli.

p.s. ma scusate… i vari Keynesiani dovrebbero essere felici, cavoli il settore pubblico spende, spande e fa ottimo debito. Quindi quale è il problema?

da Economia Web

È aumentato ancora di 17,5 miliardi in febbraio il debito delle amministrazioni pubbliche, raggiungendo un nuovo massimo storico a 2.107,2 miliardi.
Sono i dati forniti da Bankitalia.
Rispetto ai 2.089,7 miliardi di gennaio c’è stato un aumento, per l’appunto, di 17,5 miliardi di euro.
FABBISOGNO PA CRESCE DI 10 MLD. L’incremento, è scritto nel supplemento al Bollettino statistico di Bankitalia sugli Indicatori monetari e finanziari, riflette per 10,7 miliardi il fabbisogno delle amministrazioni pubbliche e per 6,8 miliardi l’aumento delle disponibilità liquide del Tesoro (pari a fine febbraio a 64,8 miliardi, 49,6 a febbraio del 2013); l’emissione di titoli sopra la pari ha operato in senso opposto per 0,1 miliardi.
DEBITO AMMINISTRAZIONI LOCALI IN CALO. Con riferimento alla ripartizione per sottosettori, il debito delle amministrazioni centrali è aumentato di 19 miliardi, quello delle amministrazioni locali è diminuito di 1,5 miliardi e quello degli enti di previdenza è rimasto sostanzialmente invariato.
LIEVE AUMENTO DELLE ENTRATE. Le entrate tributarie contabilizzate nel bilancio dello Stato sono state pari in febbraio a 27,3 miliardi, lievemente superiori al valore registrato nello stesso mese del 2013 (27 miliardi), secondo quanto risulta dai dati del supplemento Finanza pubblica.

Precedente Nanobot impiantati all’interno del nostro corpo, potranno diagnosticare o curare malattie Successivo Proteine – Da dove le ottengono i vegetariani

Lascia un commento