UOMO DEL MIO TEMPO PARAFRASI

 

UOMO DEL MIO TEMPO PARAFRASI

UOMO DEL MIO TEMPO PARAFRASI


SALVATORE QUASIMODO

Uomo del mio tempo, sei del tutto simile all’uomo passato, colui che cacciava con la fionda e con le pietre. Ti ho visto, eri nell’aeroplano, con le ali cariche di bombe, nel carro armato, al patibolo e alle ruote di tortura. Si eri tu, con il tuo credo perfetto, dedito allo sterminio, senza amore e senza Dio. Tu hai accuso ancora una volta, come fecero gli avi prima di noi. Il sangue è lo stesso, ha lo stesso sapore ed odore del sangue del tradimento di Caino e Abele, quando l’uno uccise l’altro nei campi. E quella frase di tradimento, “Andiamo nei campi”, giunge fino a te, fino alla quotidianità della tua giornata. Dimenticate o fogli del nostro tempo, le battaglie, le guerre combattute dai nostri predecessori. Le loro tombe ormai sono abbandonate e disperse nella cenere dell’oblio, e gli uccelli neri ed il vento oscurano il loro cuore.


UOMO DEL MIO TEMPO PARAFRASI

http://lasuposta.altervista.org/uomo-del-mio-tempo-parafrasi/

I commenti sono chiusi