scrocchiarella romana

[wp_bannerize group=”scuola” limit=”1″]

scrocchiarella
scrocchiarella

scrocchiarella romana

Ingredienti

  • 400 gr di farina tipo 0
  • 8 gr di fiocchi di patate
  • 8 gr di lievito
  • 300 ml di acqua
  • 5 gr di sale
  • 5 gr di zucchero o miele
  • 2 cucchiai di olio
  • sale grosso q.b.
  • rosmarino q.b.

Preparazione

  1. Iniziate a preparare l’impasto della pizza, unite in una ciotola molto capiente la farina e i fiocchi di patate. In una piccola ciotolina versate 200 ml di acqua tiepida e fate sciogliere per 10 minuti il lievito e lo zucchero; dopo aver fatto trascorrere il tempo necessario, unite l’acqua alla farina e ai fiocchi. Seguendo questo ordine di unione, cioè ponendo prima la farina e poi l’acqua, l’impasto risulta più leggero ed alveolato.
  2. Impastate con le mani e in seguito aggiungete i restanti 100 ml di acqua, il sale e l’olio. Continuate ad unire tutti gli ingredienti fino a quando non saranno ben amalgamati, successivamente ponete il composto nella macchina del pane e azionate il programma per impastare.
  3. Lasciate lievitare l’impasto nella macchina del pane per circa 1 ora e 45minuti; così facendo l’impasto triplicherà soprattutto a causa del calore costante a cui è sottoposto nella macchina. Il tempo che vi abbiamo indicato in questo passaggio è utile per tutti coloro che utilizzano la macchina del pane, se si preferisce impastare a mano e far lievitare naturalmente, si deve tener conto che i tempi saranno sicuramente più lunghi.
  4. Appena l’impasto raggiunge il triplo delle sue dimensioni originarie, rovesciatelo sul piano di lavoro precedentmente infarinato e, con le mani ben oliate, iniziate ad impastarlo su di se compiendo quelle che in gergo culinario si chiamano “pieghe“. Dividete l’impasto in due pezzi e per ciascuno fate di nuovo le pieghe. Tirate verso il centro i lati esterni della pasta e rovesciate l’impasto cosicché la parte con i lati tirati, si poggi sul piano di lavoro.
  5. Lasciate riposare i due impasti per 20 minuti, coprendoli con un panno bagnato e strizzato, leggermente umido, per favorire la lievitazione. Successivamente, dopo esservi unte le mani, stendete l’impasto in due teglie rettangolari e cospargete sulla superficie un po’ di sale grosso e del rosmarino. Versate ora a filo dell’olio extravergine di oliva preoccupandovi di farlo affondare nell’impasto; per riuscire in questa operazione con le mani create delle fossette che permetteranno all’olio di andare in profondità. A questo punto noterete la formazione di alcune bolle, è necessario non schiacciarle perché queste permetteranno la buona riuscita della vostra scrocchiarella.
  6. Lasciate lievitare tutto nelle teglie per ancora 20 minuti, nel tempo di attesa accendete il forno alla massima temperatura e con modalità ventilata, per farlo preriscaldare. Informate la pizza fino a quando non raggiunge una colore molto dorato. Dopo aver tolto la pizza dal forno, scegliete il salume con cui farcila e gustatela bella calda!

Se togliendo la focaccia dal forno, vi accorgete che non è molto secca sul fondo, mettetela ad asciugare per due minuti sulla gratella del forno ancora acceso. Vi consigliamo di farcire tutto con della buona mortadella preferibilmente bolognese, e di continuare l’abbinamento tra Lazio ed Emilia Romagna anche con un vino rosso corposo come il Colli Bolognesi DOC Pignoletto Superiore.

http://lasuposta.altervista.org/

Precedente Povertà e miseria Successivo Benzina + gasolio In sequenza mensile a partire dal gennaio 2007.

Lascia un commento