I REGNO DEI FRANCHI

I REGNO DEI FRANCHI

I REGNO DEI FRANCHI


I franchi furono un insieme di tribù concentrate nel basso Reno fino a che Clodoveo non le unirà. Dopo la caduta dell’impero, la Gallia si divide:

nord: tribù dei Franchi e verso il reno gli Alamanni

sud: burgundi e visigoti

centro: il regno di Siagrio

anche il Regno dei Franchi rischiò la stessa fine dei Visigoti, però esso ebbe la forza di fermare nel 732 l’espansione araba che stava tentando di stringere l’Europa da tutti i lati. I franchi però a differenza dei Visigoti non avevano sempre fatto parte di un organismo politico unitario e così a partire dal 482, furono inglobati nel dominio di Clodoveo, re dei franchi Salii e iniziatore della dinastia merovingia. Dopo aver eliminato nel 486 l’ultima presenza romana in Gallia, volse contro le altre popolazioni germaniche della Gallia, ponendole sotto la propria tutela o scacciandole dai loro territori, come avvenne con i Visigoti ai quali tolse l’Aquitania. Trovò un ostacolo soltanto nel re degli ostrogoti, Teodorico, il quale intervenne a

difesa dei Visigoti e degli Alamanni e cercò di coordinare attorno a se tutti i gruppi minacciati dall’espansionismo franco. Ciononostante alla morte di Teodorico, Clodoveo controllava tutta la Gallia romana e anche una fascia di territori al di là del Reno. Alla base di questi successi c’era,oltre al dinamismo militare dei Franchi, la collaborazione con l’aristocrazia gallo-romana e con l’episcopato cattolico. Ne è prova la conversione di Clodoveo (grazie alla moglie) e dei capi franchi dal politeismo pagano al cattolicesimo. La conseguenza fu l’avvicinamento tra l’aristocrazia franca e quella gallo-romana nonchè fra i due popoli. (già alla fine del VII secolo il termine franco indicava l’uomo libero).

Monarkia franca:

la monarkia franca è dinastica e elettiva: dinastica xke il potere passa dal padre ai figli ed elettiva xke rimaneva un momento formale in cui il popolo in armi accoglie e riconosce il nuovo sovrano. Alla morte di Clodoveo il regno fu diviso in parti uguali tra i suoi 4 figli come se fosse stato un bene privato (Neustria, Austrasia, Aquitania, Borgogna).

Precedente TEODORICO Successivo I LONGOBARDI

Lascia un commento