PASTA AL FORNO NAPOLETANA

PASTA AL FORNO NAPOLETANA

PASTA AL FORNO NAPOLETANA


Con il caldo di questi giorni sembrerà una ricetta poco “adatta”, eppure i napoletani difficilmente rinunciano a questo piatto per un’intera estate, perché la pasta al forno, all’ombra del Vesuvio è tradizione sempre e comunque.

Una pasta ripiena di ricotta, provola e polpettine fritte, il tutto ovviamente condito dal classico ragù: una delizia per le vostra domeniche in famiglia.

INGREDIENTI:

500 gr di rigatoni, 1 l e 1/2 circa di ragù napoletano (fatelo il giorno prima soffriggendo l’olio con un po’ di cipolla tritata, aggiungendo carne di manzo tipo lacerto  oppure primo o secondo taglio, potete anche aggiungere  salsicce o braciole (involtini) di locena o “pezza a cannella” – un taglio della coscia di prima scelta -, e poi 3-4 bottiglie di passato di pomodoro, fate cuocere per 5 o 6 ore a fuoco molto lento, facendo attenzione alla cottura), 300 gr di ricotta, 250 gr di provola (o mozzarella ben gocciolata), 300 gr carne di manzo macinata, mollica di pane, sale e pepe q.b., 1 uovo, parmigiano grattugiato in abbondanza, pangrattato q.b.

PROCEDIMENTO:

1. Preparare il ragù con un giorno d’anticipo, come indicato sopra. In alternativa potete preparare un sugo fresco di passata di pomodoro, con olio aglio e basilico (la ricetta sarà molto più veloce e comunqua buona, ma non più uguale a quella originale)

2. Preparare le polpettine: mescolare la carne macinata con la mollica di pane spugnata in acqua (o nel latte) e strizzata, aggiungere un uovo, sale e pepe e una manciata di pangrattato e parmigiano grattugiato. Lavorate il tutto e ricavate tante polpettine piccole fino ad esaurmento della carne. Friggete le polpette in abbondante olio bollente e poi conservatele in un piatto foderato di carta assorbente

3. Stemperate la ricotta con qualche mestolo di ragù, creando una crema rosa morbida.

4. Lessare la pasta in abbondante acqua bollente e salata, scolarla molto al dente, condirla con la ricotta “rosa” e un paio di mestoli di ragù (non troppi, deve prevalere la ricotta )

5. Spalmare un mestolo di ragù sulla superficie di una pirofila da forno grande e rettangolare, versarvi uno strato di pasta condita con la ricotta (circa la metà del totale), aggiungere la provola tagliata a dadini non troppo piccoli, metà delle polpettine fritte (avendo cura che penetrino anche all’interno e non restino solo in superficie, spolverizzare con del parmigiano e aggiungere qualche mestolata di ragù, versare poi la pasta rimasta, decorare con l’altra metà delle polpettine, sempre premendo affinché “s’infiltrino” nella vostra pasta, ricoprite con qualche mestolo di ragù, spolverizzate con il parmigiano rimasto e infornate a 180 gradi per circa mezz’ora o finché non si sarà formata una bella crosticina in superficie.

6. Fate riposare qualche minuto prima di servire, in modo da riuscire a tagliare dlle belle fette compatte

 

Precedente PIRANDELLO APPUNTI SCUOLA Successivo SCUOLA APPUNTI SUL BAROCCO

Lascia un commento