LOCUZIONE ESCLAMATIVA

 

LOCUZIONE ESCLAMATIVA

ESEMPIO:

DIO MIO.!

AL DIAVOLO.!

POVERO ME.!

ALTO LA’

CHE GIOIA.!

SANTO CIELO.!

CHE SORPRESA.!

FORTUNATO LUI.!

CHE NOIA.!

SANTA PANZIENZA.!

CHE PIACERE.!

DIO CI SALVI.!

CHE VERGOGNA.!

PER AMOR DEL CIELO.!

CHE DISGUSTO.!

SI SALVI CHI PUO’.!

LOCUZIONI ESCLAMATIVE. Le locuzioni esclamative o interiettive sono gruppi di parole usate in funzione di esclamazione.


LOCUZIONI ESCLAMATIVE. Le locuzioni esclamative o interiettive sono gruppi di parole usate in funzione di esclamazione.


LOCUZIONI ESCLAMATIVE: quelle costituite da gruppi di parole o da intere frasi con valore esclamativo: mamma mia! mio Dio!, santo cielo!, povero me!


Interiezione

L’interiezione ( ah! oh! ahi! auff! ) è una parola che viene messa come inizio di una frase che manifesta sorpresa o gioia, cioè all’inizio di una esclamazione, cioè una proposizione che termina con un punto esclamativo (!).


Ahi che dolore!

ahi = interiezione;

L’interiezione si dice propria quando viene usata solo nelle esclamazioni; sono interiezioni proprie: oh! ah! ahi! eh! ahimè! uffa! addio! ciao! ecc.

Oh! Che bella giornata!

oh = interiezione propria;

L’interiezione si dice impropria quando è una parola che ha altri significati e viene usata anche nelle esclamazioni; sono interiezioni improprie: coraggio! peccato! silenzio! bravo! bene! ecc.

Coraggio! Non mollare!

coraggio = interiezione impropria;


Locuzione esclamativa

Un insieme di almeno due parole si dice locuzione esclamativa ( povero me! fammi il piacere! per amor del cielo! mamma mia! al ladro! al fuoco! ecc.) quando si usa come interiezione, cioè esprime stupore, sorpresa o gioia.

Povero me! che brutta questa giornata!

povero me = locuzione esclamativa, in quanto è formata da più parole ed indica un senso di dolore.

La proprietà che distingue l’interiezioni tra proprie, improprie e le locuzioni esclamative si dice forma.

evviva! = interiezione propria di gioia;

bravo! = interiezione impropria, di gioia;

al ladro! = locuzione esclamativa, di dolore;

 

grammatica locuzione escamativa:

 

http://lasuposta.altervista.org/

 

Lascia un commento