IL ROMANTICISMO

IL ROMANTICISMO

IL ROMANTICISMO


Il Romanticismo è un movimento che nasce in Germania verso la fine del secolo XVIII per poi diffondersi in tutta Europa nei primi decenni del secolo XIX.

Esso è specchio e interprete della nuova realtà scaturita dalla Rivoluzione Francese: le guerre napoleoniche avevano lacerato definitivamente il tessuto politico e sociale dell’Illuminismo; il Congresso di Vienna e la Santa Alleanza non erano riusciti a ricomporlo, anzi ovunque si era diffuso e rafforzato il sentimento nazionale con il moltiplicarsi di moti rivoluzionari indipendentisti.

In questa nuova situazione politica crollano i miti illuministici e declina anche il razionalismo, insufficiente ormai a soddisfare le nuove esigenze spirituali, orientate sempre più verso ideali di libertà individuale, culturale, politica, e verso il recupero del sentimento e della fede.

ORIGINE DEL TERMINE

Dall’aggettivo romantic , apparso in Inghilterra verso la fine del ‘600, a significare:

  • prima: “narrazione poetica in versi”

  • poi: “cosa fantastica”, irreale come le vicende dei “romances”;

  • in seguito: “disposizione d’animo fantasiosa e sentimentale”;

  • infine: “gotico e medievale” contrapposto a “classico, antico”.

Romanticismo italiano: nel 1816, in risposta a un articolo di Madame De Stael, G.Berchet pubblica “La lettera semiseria”, aprendo così la cosiddetta polemica classico-romantica, importante per la definizione dei principi teorici del Romanticismo italiano che vengono elaborati da un gruppo di intellettuali che, nel 1818, fonda la rivista Il Conciliatore.

Differenze tra

Illuminismo

Romanticismo

  • sensismo

  • ragione

  • intelletto

  • ateismo/deismo

  • antistoricismo

  • idealismo

  • sentimento

  • intuizione

  • religione

  • storicismo

In letteratura viene elaborata la seguente poetica:

  • arte: prodotto della fantasia e rappresentazione del reale, del vero

  • sentimento: contenuto dell’arte

  • poesia: libera espressione dell’anima del poeta

  • vera poesia: quella che nasce dal popolo ed è destinata al popolo.

Di conseguenza, si rifiutano:

  • l’imitazione dei classici

  • le regole fisse

  • la distinzione fra generi letterari

  • la mitologia.

Sul piano dei contenuti, si esaltano:

  • il Medioevo, come fonte di ispirazione di poesia e di sentimento nazionale

  • il Cristianesimo

  • i poeti classici come Omero, Dante, Shakespeare

  • le antiche leggende popolari

  • l’epica medievale.

Sul piano stilistico:

  • si preferisce uno stile caldo e impetuoso

  • si aspira ad una lingua popolare

  • si mescolano i generi letterari

  • si vede nel romanzo il genere che li contiene tutti.

Lo stato d’animo romantico è caratterizzato da:

  • dissidio tra reale e ideale

  • concezione dolorosa dell’esistenza e pessimismo

  • individualismo nella triplice direzione di :titanismo, egotismo e vittimismo

  • senso di solitudine

  • desiderio di evasione: nello spazio (esotismo), nel tempo (evocazione di ricordi),nell’amore (passione), nell’arte (libertà da ogni vincolo)

  • ansia d’infinito

  • senso del dolore

  • desiderio di morte

  • senso del mistero.

Di conseguenza, sul piano individuale vi è:

  • il recupero della fede religiosa o dei valori umani laici

  • la ribellione contro la società

  • l’impegno nella lotta politica;

invece, sul piano politico-sociale nasce:

  • la coscienza di Nazione, quale paese che ha tradizioni, sentimenti, cultura comuni

  • il concetto di popolo, quale classe media.

Precedente ILLUMINISMO APPUNTI SCUOLA Successivo INTRODUZIONE AL ROMANTICISMO SCHLEGEL E NOVALIS

Lascia un commento