Heinrich Himmler Biografia

Heinrich Himmler Biografia

Heinrich Himmler Biografia

Heinrich Luitpold Himmler è nato a Monaco di Baviera il 7 ottobre 1900 e morto a Bramsted il 23 maggio 1945. A partire dal mese di aprile del 1919 Heinrich Himmler inizia ad aderire ad alcuni Corpi Franchi che erano delle organizzazioni paramilitari di estrema destra. Nel 1922 si laurea in agraria e inizia subito a lavorare. Nel 1923 Heinrich Himmler aderisce al Partito nazionalsocialista e subito è uno dei componenti che tentano il fallito colpo di stato chiamato il putsch di Monaco, arrestato viene considerato un personaggio di nessun conto e viene rilasciato. Nel 1925 perde il posto di lavoro e si iscrive al Movimento di liberazione nazionalsocialista, un nuovo partito che Erich Ludendorff ha organizzato, e conosce Gregor Strasser che sta tentando di ricostruire il partito nazionalsocialista messo fuori legge dopo il fallito colpo di stato. Heinrich Himmler di Gregor Strasser ne diventa il segretario. Quando il partito nazionalsocialista viene ricostruito nel febbraio del 1925, Heinrich Himmler fa una fulminea carriera politica, subito un funzionario di una sezione locale nella bassa Baviera, dove svolge una forte propaganda politica, viene promosso a vice capo sempre nella stessa zona, e quindi nominato capo della sezione dell’Alta Baviera-Svevia, quindi diventa il vice direttore nazionale dell’ufficio di propaganda nazionale, e quindi funzionario dirigente dei Corpi di Protezione, molto più conosciuto come SS che era un’unita paramilitare d’lite del Partito Nazista Tedesco e con il suo ingresso il corpo fece come la carriera di Heinrich Himmler diventando sempre piu potente. Nel gennaio del 1929 Hitler lo nomina capo dei Corpi di Protezione, e Heinrich Himmler impone subito il suo pensiero il gruppo che lui comanda de essere di qualità, formato da persone che dopo aver giurato fedeltà a Hitler compiano in maniera efficiente gli ordini che gli vengono impartiti, senza chiedersi il perchè ne tantomeno discutere tali ordini. E quando nell’aprile del 1931 le ss di Berlino guidate da Kurt Daluege reprimono aspramente sul nascere un tentativo di rivolta dei battaglioni d’assalto (SA), Hitler li vuole premiare facendo incidere sulle fibie delle loro cinture, e sui loro pugnali il motto Il mio onore si chiama fedeltà. Le SS continuano ad aumentare di numero e di potere e nel 1931 al loro interno un servizio segreto guidato da Reinhard Heydrich, che ben presto viene temuto da tutti e conosciuto con il nome di Servizio di Sicurezza (SD). Nel 1933 Hitler vince le elezioni a diventa Cancelliere, e capisce che i battaglioni d’assalto (SA) non gli servono più, anzi contribuiscono a disturbare la sua immagine pubblica essendo l’esatto opposto di quello che vuole la gente veda in lui e cioè un uomo che vuole l’ordine e la pace. E deve subire le pressioni del ministro Werner von Blomberg che chiaramente gli dice che avrebbe avuto dalla sua parte l’esercito, la marina e l’aviazione, solo se avesse fato piazza pulita delle organizzazioni paramilitari, e anche il suo vice Hermann Gòring per interesse personale voleva l’annientamento delle SA di Ernst Ròhm, anche Heinrich Himmler non sopportava che anche se solo nominalmente le sue SS dipendessero ancora dalle SA. Sono le stesse SS a porre fine al problema Heydrich falsifica dei documenti facendo intravedere che le SA stanno preparando un colpo di stato, e Heinrich Himmler convince della veridicità dei documenti Hitler. E cosi parte l’operazione che passa alla storia come la notte dei lunghi coltelli, e vengono eliminati come cospiratori contro lo stato dalle SS i principali capi delle SA.

Precedente ECCIDIO DI PIETRANSIERI 1943 Successivo FOTO TUMORE DELLA PELLE IMMAGINI

Lascia un commento