gatto norvegese

gatto norvegese

Il gatto norvegese è un gatto antichissimo e ha bisogno di molte cure: ecco i consigli sul carattere e come curarlo

gatto norvegese

Origini gatto norvegese

Sulle origini del gatto norvegese non vi sono certezze, ma è considerato da sempre il gatto sacro degli antichi vichinghi. Era un gatto che accompagnava i marinai durante le navigazioni e sbarcò in Inghilterra, in Francia, in Sicilia e America del Nord. Un prete e naturalista norvegese lo classificò per la prima volta nel 1599. Col tempo l’allevamento selettivo ha esaltato le caratteristiche morfologiche naturali e ha ridato alla razza l’originale identità, differenziandola da gatti come il maine coon o l’angora con i quali è stata spesso confusa. E’ stato ufficialmente riconosciuto in patria negli Anni ’30. Il felino è entrato nel novero delle razze domestiche nel 1977. E’ stato importato in Italia negli Anni ’80 da Elena Scorta.

Aspetto e morfologia del gatto norvegese

Di taglia grande, robusto di costituzione e con una forte struttura ossea. La testa è trianfolare con la fronte arrotondata e profilo dritto. Le orecchie sono grandi e larghe alla base, appuntite con ciffetti di pelo che fuoriescono. Gli occhi sono ovali e obliqui, di vari colori indipendentemente dalla colorazione del mantello. Le zampe sono robuste, con quelle posteriori più alte di quelle anteriori. Piedi grandi e palmati che facilitano gli spostamenti sulla neve; la coda è lunga e con pelo folto. Il manto è semilungo, con sottopelo lanoso idrorepellente.

La salute del gatto norvegese

La spiegazione più plausibile per la grande diffusione dei gatti norvegesi è che i loro antenati fossero gatti sud-europei a pelo corto, giunti in Norvegia come in altre parti d’Europa già in epoche preistoriche. A causa della selezione naturale imposta dalle condizioni climatiche ostili, sopravvissero solo gli individui provvisti di una pelliccia molto spessa.

Il gatto norvegese: carattere

E’ un ottimo compagno per i bambini ai quali insegna il necessario rispetto che si deve avere nel relazionarsi con lui. Si adatta molto bene alla vita in appartamento e alla presenza di altri animali senza creare problemi. Ovviamente se si ha la possibilità di farlo stare all’aria aperta si farà cosa gradita, ma è necessario attrezzare il giardino o la terrazza con tutte le protezioni possibili per evitargli incidenti.

Taglia : grande Peso : tra i 5 e i 7 kg Tipo : Pelo lungo Colori : rosso, brown, silver e nero Vita media : fino a 16 anni

http://lasuposta.altervista.org/

gatti:

Lascia un commento