emorroidi acqua calda o fredda

emorroidi acqua calda o fredda

Strano a dirsi, ma quando si soffre di emorroidi anche la temperatura dell’acqua con cui si esegue l’igiene intima ha la sua importanza. Contrariamente a quanto si può pensare, l’acqua fredda è vero che può dare sollievo quando si prova bruciore o prurito, ma è sconsigliato adoperarla per l’igiene intima perché potrebbe aggravare la situazione delle emorroidi.

Quindi, l’acqua fredda dà un beneficio soltanto temporaneo. Infatti, una temperatura eccessivamente bassa provoca una contrazione dei tessuti muscolari che ne vengono a contatto; questo si traduce in spasmi che non fanno altro che esercitare una pressione maggiore sulle emorroidi. L’acqua fredda, quindi, fa contrarre lo sfintere anale aumentando il dolore o aggravando la pressione sui vasi sanguigni.

La cosa migliore da fare è usare dell’acqua a temperatura ambiente oppure tendenzialmente calda. Una temperatura di questo tipo fa rilassare la muscolatura tesa anche nella sede anale, esattamente come accade al nostro corpo se facciamo un bel bagno caldo rigenerante. Il rilassamento della muscolatura anale fa diminuire la pressione esercitata sulle emorroidi, di conseguenza si avvertirà una leggera diminuzione del dolore, qualora fosse presente.

 

La cosa migliore da fare è usare dell’acqua a temperatura ambiente oppure tendenzialmente calda.

 

Precedente Emorroidi Successivo FIRENZE FOTO STORICHE 1944

Lascia un commento