FUKUSHIMA

FUKUSHIMA

Con Shinichi Sekine e Miki Aoki / Asahi Shimbun / 16 APRILE 2014 / Il governo giapponese ha sospeso i risultati di esposizione di radiazioni stimata per i rimpatriati Fukushima per sei mesi, anche se i livelli hanno superato l’obiettivo a lungo termine di 1 millisievert all’anno in più della metà dei località intervistati.

Dosi di radiazioni individuali sono stati stimati a oltre 1 millisievert per anno, o 0,23 microsievert l’ora, a 24 di tutti i 43 siti esaminati, inclusi quelli del distretto Miyakoji in Tamura, prefettura di Fukushima, The Asahi Shimbun ha imparato il 15 aprile. La rivelazione arriva appena due settimane dopo che il governo centrale revocato l’ordine di evacuazione per il quartiere il 1 ° aprile. Lo scorso luglio, il team di lavoro del Cabinet Office incaricato di assistere la vita delle vittime del disastro nucleare ha chiesto l’Istituto Nazionale di Scienze Radiologiche e l’Agenzia giapponese per l’energia atomica per misurare i tassi di dose di aria e stimare le dosi di radiazioni individuali a 43 posizioni. L’indagine ha riguardato sette tipi di spazi abitativi, tra cui residenze private, terreni agricoli e le scuole, nella prefettura di tre comuni di Tamura, Kawauchi e Iitate. Il lavoro di decontaminazione del governo mira a portare i livelli di radiazione nelle aree contaminate entro i 20 millisievert all’anno prima dà il via libera per i residenti di tornare. Si intende inoltre portare le letture a 1 millisievert o meno alla fine. La Commissione Internazionale per la Protezione Radiologica, dice una lettura fino a 20 millisievert è accettabile in aree dove la pulizia è in corso. Il governo centrale ha inoltre proposto la distribuzione di dispositivi che misurano la radiazione individuo di sfollati restituiti, così i residenti possono monitorare le loro dosi di radiazioni per conto proprio. Ma alcune persone evacuate dalle aree colpite dall’incidente nucleare di Fukushima n ° 1 impianto, che è stato attivato dal 2011 terremoto e dello tsunami, si preoccupano della possibilità che possono essere esposti ad alte dosi di radiazioni dopo il ritorno alle loro case. Per questo motivo, il governo ha deciso di studiare le correlazioni tra i tassi di dose aria e le singole dosi di radiazioni intorno alla struttura paralizzato per dimostrare che la quantità di radiazioni a cui sono esposti i residenti è sufficientemente bassa, anche quando i tassi di dose aria sono relativamente elevati. L’Istituto Nazionale di Scienze Radiologiche e l’Agenzia giapponese per l’energia atomica scorso autunno hanno misurato i livelli di radiazione a diverse decine di punti a ciascuno dei 43 siti in tre comuni. Hanno trovato che le dosi di radiazioni individuali sono in genere del 30 per cento inferiore rispetto ai tassi di dose dell’aria. Gli organi di governo affiliati hanno anche scoperto che i tassi medi di dose aria superati 0,23 microsievert per ora a 27 dei 43 siti, mentre si stima che le dosi di radiazioni individuali a più di 0,23 microsievert l’ora a 24 posizioni. A metà ottobre, le due agenzie hanno compilato una relazione intermedia e presentato al governo. Ma il gruppo di lavoro del Consiglio dei Ministri non ha rivelato il rapporto fino a quando l’ordine di evacuazione per il distretto Miyakoji è stato revocato. Secondo un membro della squadra, questo era perché il ritrovamento “non ha rapporto diretto con il sollevamento degli ordini di evacuazione”. Anche se il governo ha tenuto numerosi incontri con i residenti Miyakoji per discutere sollevando l’ordine di evacuazione, non ha mai presentato i risultati dell’indagine, né ha anche riferimento alla esistenza dei dati. Il governo ha presentato solo una descrizione dei risultati dei tre comuni in precedenza nel mese di aprile. Ha chiesto di divulgare i risultati, il governo ha rilasciato i risultati dell’indagine The Asahi Shimbun e pubblicato la relazione intermedia sul sito del ministero dell’industria. Il gruppo di lavoro ha detto che prevede di rivelare risultati e l’analisi dei dati del sondaggio, il 18 aprile, dopo la messa a punto la sua relazione finale. Ma la squadra ha cambiato idea, perché la richiesta di The Asahi Shimbun di divulgare i risultati reso conto che l’interesse pubblico nel sondaggio è stato maggiore del previsto.

http://lasuposta.altervista.org/

Lascia un commento