CIAMBELLE

CIAMBELLE

 

RICETTA

  1. 500 gr. di farina
    50 gr. di zucchero
    50 gr. di strutto
    220 ml di acqua
    50 ml di latte
    8 gr. di sale
    10 gr. di lievito
    scorza di limone o aroma limone
    vaniglia
  2. ——————————–
    PROCEDIMENTO

Impastare tutti gli ingredienti sciogliedo prima il lievito di birra in un po’ d’acqua, tranne lo strutto e il latte.
Impastare bene e aggiungere solo alla fine lo strutto all’impasto.
Quando tutto si stacchera dalle pareti aggiungere il latte e fare completamente assorbire.
Lasciare lievitare fino al raddoppio.
Dare la forma delle ciambelline e lasciare lievitare fino al raddoppio.
Friggere in abbondante olio caldo o in friggitrice.

CIAMBELLINE
CIAMBELLINE

TRUCCHI PER LA FORMA

Per dare una forma molto regolare ho stirato l’impasto con il mattarello ricavandone una sfoglia alta almeno mezzo cm.
Ho ricavato dei cerchi aiutandomi con un taglia pasta ( va bene un bicchiere).
Ho sovrapposto i cerchi accoppiandoli cosi’ come si fa’ per i krapfen schiacciandoli un po’ con il mattarello e avendo cura di non mettere molta farina su ogni superficie.
Ho fatto il foro centrale con un tappo.
Ho lasciato lievitare e prima di friggere con lo stesso taglia pasta o bicchiere ho ripassato i bordi dando una forma arrotondata eliminando la pasta in eccesso.

FRITTURA

Io uso un pentolino in alluminio
L’ alluminio mantiene la temperatura dell’olio sempre costante, quindi l’unico sacrificio da fare per una frittura senza interno crudo e se non avete come me un termometro per la temperatura e’ quello di giocare con la fiamma o con 2 fornelli di diversa misura:

Riscaldare l’olio su fornello grande e una volta gettata dentro la ciambella passare su fornello piu’ piccolo rigirando per rendere uniforme la cottura,
Una volta cotta la ciambella riportate la pentola sul fornello grande per rialzare la temperatura… poi nuovamente su fornello piccolo per completare la cottura…
Un vero sacrificio ma ne vale la pena!

[wp_bannerize random=”1″ limit=”1″]

http://lasuposta.altervista.org/

Precedente LA TOSCANA Successivo STRUFFOLI DI NAPOLI

Lascia un commento