Chiacchiere di Carnevale

chiacchiere

Chiacchiere di Carnevale

Ingredienti per 4 persone (circa 20/25 chiacchiere):


160 gr di farina,


1 uovo grosso,


25 gr di burro,


1 cucchiaio di grappa,oppure vino liquoroso


½ cucchiaino di zucchero semolato,


sale,


1 limone non trattato.


Per guarnire: zucchero a velo


Pesate la farina e versatela a fontana in una ciotola, e cioè lasciando un incavo al centro nel quale versare gli altri ingredienti. Adoperate della normale farina 00 per pasticceria.

Rompete l’uovo intero al centro della fontana. Lasciate l’uovo a temperatura ambiente prima di unirlo alla farina. Se siete inesperte, rompetelo prima in una tazzina per poter eventualmente rimuovere frammenti di guscio. Unite il burro ammorbidito a pezzettini, un pizzico di sale, lo zucchero semolato e la buccia del limone grattugiata. Versate anche la grappa, che potete sostituire a piacere con vino liquoroso oppure con un liquore di vostra scelta. Sbattete l’uovo con la forchetta per incorporare gli altri ingredienti e continuate a sbattere incorporando la farina a poco a poco.

Alla fine, l’impasto diventerà troppo sodo per essere lavorato con la forchetta. Continuate a lavorare l’impasto, prima con la punta delle dita e infine con le mani, dopo averlo trasferito su un piano di lavoro infarinato. Alla fine, la pasta deve risultare soda, elastica e non più appiccicosa.

Lasciate riposare la pasta per un ora ricoperta con uno strofinaccio, quindi stendetela con il mattarello, infarinando leggermente il piano di lavoro se necessario. Dovete ottenere una sfoglia sottile, spessa 1 mm. Ritagliate con una rotellina per la pasta dei rettangoli di circa 5 x 10 cm e praticate alcuni tagli all’interno.

Potete ovviamente tagliare la pasta in altre forme a vostro piacimento. Friggete poche chiacchiere per volta nell’olio caldo finché saranno dorate sui due lati.

Quando i dolcetti sono pronti, deponeteli su carta assorbente per fritti e proseguite fino ad esaurimento. Cospargete quindi con zucchero a velo distribuendolo attraverso un colino a trama fitta.

[wp_bannerize group=”scuola” limit=”1″]

http://lasuposta.altervista.org/


Lascia un commento