BREVE BIOGRAFIA ISABEL ALLENDE

BREVE BIOGRAFIA ISABEL ALLENDE

BREVE BIOGRAFIA ISABEL ALLENDE


Isabel Allende Nasce Il 2 Agosto Del 1942 A Lima, In Perù, Ma A Soli Tre Anni Si Trasferisce In Cile, Dove Rimarrà Fino Al 1973. Proprio In Cile, A Soli 17 Anni, Comincia La Sua Carriera Come Giornalista, Scrivendo Pezzi Umoristici. Nel 1962 Si Sposa Con Miguel Frias Dal Quale Avrà Due Figli, Paula E Nicolas.

Tra Il ’64 E Il ’65 Viaggia In Europa, Vivendo A Bruxelles E In Svizzera E Nel ‘ 66 Fa Ritorno In Cile. Nel 1967 Le Viene Offerta La Possibilità Di Lavorare Per Una Rivista, “Paula”, Fondata Da Delia Vergara Per Divulgare Le Proprie Idee Femministe.  In Tale Ambito, Isabel Diviene Responsabile Di Una Rubrica Umoristica Intitolata “Gli Impertinenti” E Comincia Ad Avere Molta Popolarità.

Tra Il ’73 E Il ’74 Collabora Alla Rivista Per Bambini “Mampato” Di Santiago E, Successivamente, Lavora Anche In Ambito Televisivo E Teatrale. Il 1973 è Un Anno Fatale Per Il Cile: A Seguito Del Golpe Militare Guidato Dal Generale Augusto Pinochet, L’Allora Attuale Presidente Cileno, Salvador Allende, Zio Di Isabel, Viene Assassinato E Comincia Un Lungo E Terribile Periodo Di Repressione.Tra I Molti Cileni Costretti All’Esilio Vi Fu La Stessa Isabel Che Si Rifugiò,Con Il Marito E I Due Figli, In Venezuela, Dove Sarebbe Rimasta Per Ben 13 Anni.

In Questo Periodo Le Cose Cominciano A Peggiorare: La Difficoltà Nel Trovare Un Lavoro E La Conseguente Perdita Dell’Indipendenza Economica, Associate Alla Lontananza Dal Marito, Andato A Lavorare Nell’Entroterra Venezuelano, Portano I Due Coniugi Al Divorzio, Nel 1986. Successivamente Isabel Andrà A Seconde Nozze Con William Gordon, Con Il Quale Vive Attualmente nella California. Nel 1992 Accade Il Tragico Evento: A Soli 28 Anni Paula, La Figlia, è Colpita Da Una Malattia Gravissima, La Porfiria, Ed Entra In Coma Da Cui Non C’è Ritorno.

La Morte, Avvenuta L’Anno Successivo, Segnerà Profondamente La Vita Della Scrittrice.

Precedente BIOGRAFIA YURI GAGARIN Successivo BREVE BIOGRAFIA DI GIOTTO