Anomalia spaziale

Anomalia spaziale

Secondo l’analisi dei dati video provenienti dal Solar and Heliospheric Observatory (SOHO) della NASA, e’ stato osservato un oggetto sconosciuto, cinque volte il diametro del Sole, mentre deviava l’energia solare.

Il video delle sonde spaziali SOHO dimostra come l’attività solare è stata direttamente colpita da un oggetto massivo che ha cambiato posizione più volte intorno all’emisfero meridionale del sole. Commenti critici sottolineano, tuttavia, che le aree scure nelle immagini di SOHO sono naturali buchi coronali sulla superficie del Sole.

[wp_bannerize group=”scuola” limit=”1″]

Il Sole potrebbe essere influenzato in qualche modo da un’avanzata civiltà extraterrestre o è tutto a causa di una errata interpretazione di un buco coronale?

Nell’analisi video, i due strumenti di SOHO per misurare la corona solare (LASCO 2 e 3), mostrano come l’attività solare sia influenzata da quello che sembra essere un oggetto di forma emisferica gigante invisibile che, apparentemente, devia o assorbe l’energia del Sole.

L’oggetto appare più volte nel periodo che va dalla metà di Agosto, alla metà di Novembre. L’azione dell’oggetto massivo si ripercuote chiaramente sul Sole in un modo in cui nessuna attività solare si svolge nella regione colpita. Il video mostra come l’attività solare si accumuli lungo i bordi dell’oggetto, come se l’energia solare venisse deflessa a distanza.

Una spiegazione alternativa è che l’oggetto sarebbe un invisibile collettore solare di massa, oppure si potrebbe trattare dell’effetto (gravitazionale) dovuto alla creazione di una grande “singolarità” (buco nero o worm hole) che appunto deflette l’energia solare. Ciò solleva anche altra possibilità, ovvero che l’oggetto in realtà, non stia deviando ma assorbendo energia solare in un modo simile ad un’ipotizzata “Sfera Dyson”.

http://lasuposta.altervista.org/

Precedente La silenziosa scomparsa delle giraffe Successivo Luna: nuove immagini confermano la presenza di una base extraterrestre

Lascia un commento