Aereo scomparso in Malesia: il mistero

Aereo scomparso in Malesia: il mistero

[wp_bannerize group=”scuola” limit=”1″]

Ricordate l’aereo malese svanito nel nulla l’8 marzo scorso? Ebbene, il mistero non solo si è diradato, ma se possibile si è fatto ancora più fitto. Infatti, il “Joint Agency Coordination Center” di Canberra, cioè l’agenzia che coordina le ricerche del Boing 777, ha alzato bandiera bianca: il velivolo malese non è precipitato nella vasta area oceanica a largo dell’Australia.

L’aereo scomparso? Precipitò nell’oceano indiano. Forse – LEGGI | FOTO | VIDEO

SCANDAGLIATI QUASI MILLE CHILOMETRI QUADRATI- Il robot sommergibile Bluefin 21 della Us Navy ha infatti scandagliato invano 850 chilometri quadrati di fondali.

Aereo sparito nel nulla: i 10 misteri ancora da chiarireLEGGI | FOTO | VIDEO

NUOVE RICERCHE AD AGOSTO- La ricerca verrà ora allargata ad altri 56mila chilometri quadrati, rileggendo i dati satellitari. Si comincerà ad agosto, usando uomini e materiali di società private.

Parla l’amico del pilota: “Tutto molto strano” – VIDEO

I QUATTRO PING- I quattro segnali acustici, i cosiddetti ping, che furono captati in quelle acque non provenivano dunque dalle scatole nere dell’aereo. A giudizio del vice responsabile della divisione oceanografica dell’Us Navy, Michael Dean, potrebbero invece essere stati trasmessi da una nave di passaggio o dagli stessi mezzi usati nelle ricerche. Poco dopo un portavoce dell’Us Navy ha definito “premature” queste dichiarazioni. Di fatto, dell’aereo non c’è traccia.

L’annuncio choc del premier malese – VIDEO

DISPIEGAMENTO DI FORZE- Al lavoro si sono messi aerei ricognitori, un robot sottomarino, sonar, piccole flotte internazionali. Dean ha difeso la sua posizione affermando che, se le scatole nere fossero state nella zona, si sarebbero dovute trovare.

LA ROTTA- L’aereo era partito da Kuala Lumpur con destinazione Pechino. Trasportava 239 persone. Da quando è scomparso sono iniziati i misteri, continuati quando sono avvistati i resti. Perché è precipitato? Perché nessuno ha dato l’allarme? Perché cambiò rotta?

Aereo malese sparito nel nulla, l’ipotesi del dirottamentoLEGGI | FOTO | VIDEO

LE PROTESTE- In Cina la rabbia dei famigliari si fece sentire e tuttora vi è grande attenzione sul caso. Moltissime vittime erano infatti cinesi.

“Nessun superstite”. La disperazione dei parenti – VIDEO

HA FINITO IL CARBURANTE?- Le ricerche sono state svolte nel quadrante australiano seguendo i segnali che i motori dell’aereo hanno inviato alla rete satellitare della britannica Inmarsat. È stato così ipotizzato che il Boeing sia precipitato una volta terminato il carburante. Ipotesi da molti rigettata, dato che non risolverebbe alcuno dei misteri che ruotano intorno all’inabissamento.

Aereo malese sparito nel nullaTUTTI I VIDEO

I MEZZI DI PECHINO- Il Governo di Pechino, dopo i risultati vani delle prime ricerche, ha deciso di inviare nuovi mezzi. La verità sul caso sembra ancora lontana.

http://lasuposta.altervista.org/

Lascia un commento